5 settembre 2018 - 19:03
Greco antico, un corso per principianti a Treviglio

La biblioteca civica di Treviglio organizza un corso di greco antico che sarà tenuto da Federico De Ponti. "Greco antico: il fascino di una lingua che ha ancora tanto da dirci" è il titolo del corso: il programma prevede trenta incontri, che si svolgeranno ogni martedì a partire dal 2 ottobre 2018, dalle 17:30 alle 19:00. Le lezioni si terranno nel museo archeologico, all'interno della biblioteca. Il costo dell'iscrizione è di 200 euro, oltre a 10 euro per sottoscrivere la tessera "Amici della biblioteca".

Il corso è un’introduzione alla lingua greca antica dal punto di vista grammaticale e lessicale, con un’attenzione dedicata anche ad elementi di civiltà e cultura della Grecia antica. Il corso è aperto a tutti, soprattutto a chi non ha mai fatto greco: è dedicato ad appassionati e cultori dell’antichità che non hanno mai studiato la lingua o a persone che l’hanno studiata ma che ora desidererebbero riprenderla o a chi ha sempre desiderato frequentare il liceo classico per studiare il greco ma non ne ha avuto la possibilità.

Il corso è dedicato a tutte le età, sia ad adulti ma anche a giovani e persino a studenti del primo anno del liceo classico che desiderano affinare alcuni argomenti o approfondire in generale la lingua e la cultura greca dal punto di vista lessicale.

Il docente, giovane laureato, tratterà i temi in maniera innovativa ed interessante ed è disponibile a soffermarsi su interessi particolari dei corsisti.

Il programma del corso prevede che, prima di prendere in mano il greco, siano proposte alcune brevi introduzioni per spiegare che quando parliamo di "greco" ci riferiamo in realtà ad una pluralità di dialetti e di fasi linguistiche nella storia. Si spiegheranno anche le origini dell’alfabeto ma soprattutto si darà spazio ad alcuni concetti chiave della "grecità", come "democrazia" e "libertà", l’opposizione "greco vs barbaro", ecc.

Spiega Federico De Ponti: «Si dice che l’italiano deriva dal latino, ma, a ben guardare, anche dal greco. Sebbene sia palese che il padre più prossimo dell’italiano è il latino, questo corso metterà in luce che anche il greco gioca un ruolo essenziale nella formazione del lessico italiano: pensiamo, ad esempio, alle parole della medicina e delle scienze in generale. Gli iscritti scopriranno che il greco ci circonda e che individuare l’origine greca (ma anche latina) delle parole italiane è non solo interessantissimo, ma anche utile: ci aiuta ad esprimerci meglio nella nostra lingua madre ma anche a padroneggiare meglio uno strumento potente come quello della parola, che, diceva il sofista Gorgia, "con un corpo piccolissimo riesce a raggiungere grandissimi risultati”».

Avrà molto spazio l’etimologia, che permeterrà ai corsisti di suggerire connessioni con altre lingue che conoscono oltre ad inglese e francese. Sarà dato spazio alla curiosità dei partecipanti analizzando parole, che suppongono di origine classica, incontrate nelle loro letture.

«Ovviamente parte consistente del corso sarà dedicata all’insegnamento della grammatica greca antica (del dialetto attico, quello parlato ad Atene) - spiega ancora Federico De Ponti - a partire dall’operazione preliminare a tutte: imparare l’alfabeto greco per poter leggere e scrivere. L’obiettivo di questo corso non è imparare a parlare il greco antico, cosa di per sé poco utile, ma quello di dare uno strumento per affinare le proprie conoscenze e il proprio linguaggio. Di conseguenza si imparerà a leggere, trascrivere e tradurre frasi e testi non troppo complessi. Il corso chiaramente non può essere esaustivo, ma vuole fornire un’infarinatura e alcuni strumenti per addentrarsi in una lingua così affascinante».

Durante le lezioni il docente proporrà anche alcuni brevi excursus nella letteratura e nella storia greca per chiarire meglio l’utilizzo di un concetto o di un tratto stilistico o per presentare la figura di un personaggio storico o di un autore citato.

Allegata alla pagina la presentazione di tutti gli altri corsi che sono organizzati dalla biblioteca di Treviglio per l'anno 2018/2019.

Parole chiave